Blog

Professione Filmmaker

Il giornalismo di inchiesta: il documentario e le tecniche

1° Workshop intensivo a cura di Silvia Luzi

Il giornalismo di inchiesta è l’anima del giornalismo. Il workshop Professione Filmmaker è rivolto a diplomati e laureati che intendano intraprendere la strada del giornalismo e della comunicazione audiovisiva con particolare attenzione ai temi di attualità.

Lo scopo è quello di consegnare agli studenti le competenze specifiche per inserirsi professionalmente nel mondo del reportage giornalistico di approfondimento e del racconto documentaristico. Scopo del workshop è quella di aprire una finestra sul racconto per immagini e di portare alla luce le potenzialità creative.

Gli incontri avranno un carattere laboratoriale. Al temine delle 20 ore di lezione ogni partecipante sarà in grado di produrre slot giornalistici della durata minima di 7 minuti. Saprà inoltre utilizzare specifiche capacità tecniche, acquisite nel corso del giornalismo di inchiesta. Uso della telecamera. Uso del suono. Conoscenza del montaggio. Uso dello stile e della tecnica di narrazione, consoni al tipo di argomento trattato.

Il workshop sul documentario e sul giornalismo di inchiesta mira a mettere nelle mani dei partecipanti non solo le conoscenze tecniche, ma anche gli elementi di regia con lo scopo di far conoscere i potenziali modelli di narrazione giornalistica e dunque le diverse forme del raccontare la notizia tipiche dell’industria audiovisiva, italiana ed internazionale. Dai documentari d’inchiesta, ai servizi brevi per telegiornali, dai reportage di approfondimento, ai documentari cinematografici, ai web documentary che sfruttano la piattaforma cross mediale e il web.

Al fine di garantire una preparazione a 360 gradi saranno inoltre indicate le strade produttive e le vie distributive, con particolare attenzione alla scelta del media, attraverso il quale veicolare il prodotto audiovisivo.

 

La tre giorni di workshop sarà divisa in moduli

modulo 1 – Giovedì 23 maggio 2013
Teoria e tecniche del linguaggio audiovisivo: 8 ore

10-12: raccontare un fatto: elementi e tecniche del linguaggio giornalistico (le fonti, le notizie, l’approccio, le testimonianze, le differenze di linguaggio e formato, la punteggiatura visiva etc).

12-13:30: raccontare per immagini, l’immagine, il suono, le scelte di regia

14:30-16: dalla notizia al reportage: lo sviluppo narrativo, le tecniche di ricerca, la scrittura per immagini, il viaggio, i personaggi, il confezionamento

16-17:30: cosa serve per essere un filmaker, come si organizza una troupe, il piano di lavorazione, i ruoli tecnici e la logistica

17:30-19: valutazione idee e proposte studenti

 

MODULO 2 – Venerdì 24 maggio 2013
Esercitazioni e regia: 8 ore

10-12: l’uso della telecamera, l’uso dei microfoni, grammatica e linguaggio delle inquadrature

12-13:30: esercitazioni con la camera

14:30-16: modelli e tecniche del reportage e del documentario: inchiesta, emotivo, guerra, sociale, con telecamera nascosta (quando e come usarla) etc. Le tecniche dell’intervista: la fisicità e la gestione, l’intervista istituzionale/occasionale/all’americana. I modelli di domande. La scrittura della voice over (come si scrive, quando e come usarla).

16-18: esercitazioni con l’intervista

18-19: quale canale per quale prodotto: la produzione, la distribuzione, la presentazione del prodotto: il pitch, i festival, i mercati internazionali, il web.

 

MODULO 3 – Sabato 25 maggio
Teoria e tecniche del montaggio: 4 ore

10-12: il montaggio

12-14: montaggio delle esercitazioni

 

la durata complessiva del workshop è di 20 ore totali.
Numero di iscritti: minimo 8 massimo 15: la classe si formerà previa selezione (invio CV), ogni partecipante dovrà presentare un’idea per la realizzazione del reportage finale.
Attrezzature: Saranno fornite durante il corso e si lavorerà con Camera Panasonic P2 Hd, microfoni professionali, sistema di montaggio Avid.

 

 

Docenti 

Silvia Luzi: giornalista professionista e autrice, realizza inchieste e documentari per Rai3 e per canali internazionali. Insegna giornalismo d’inchiesta in Corsi e Master specializzati. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra i quali la nomination ai David di Donatelloe l’International Reportage Award. E’ vincitrice del New York Filmaker Prize.

Luca Bellino: regista e docente di cinema documentario presso l’Università degli Studi Roma Tre. Ha diretto diversi documentari tra cui I fuochi e la montagna (2001, 21′, Mostra del Cinema di Pesaro, Biennale del Mediterraneo), Mate y Moneda (2005, 52′, Premio Documè 2005, Miglior documentario Nanook Film festival), La Minaccia (con Silvia Luzi- David Di Donatello 2009; Miglior Documentario Italiano 2009; Evento Speciale Commissione Europea Bruxelles e Cambridge University; trasmesso in prime time in 6 Paesi) e Dell’Arte Della Guerra (con Silvia Luzi – Festival Internazionale del Film di Roma 2012, Premio del Pubblico Biblioteche di Roma)