Blog

Scrivere gli eventi

Scrivere gli eventi

Laboratorio di giornalismo culturale

Roma, 16 novembre – 11 gennaio 2016

 

Corso di giornalismo culturale

Avviarsi alla professione giornalistica è da oggi più semplice con i nuovi corsi promossi da Karta Bianca – Agenzia per la Cultura. La nuova edizione di (de)_ scrivere gli eventi, laboratorio di giornalismo culturale, che avrà inizio lunedì 16 novembre 2015, intende formare una nuova generazione di giornalisti, appassionati di eventi, in grado di lavorare on paper e sopratutto on line, nuova frontiera del giornalismo partecipativo, scrivendo pezzi su libri, musica, cinema, teatro, danza, happening, arte, gastronomia, tv.

Lo stage al termine delle lezioni permette di accedere ad una formazione completa, acquisita sul campo, e di intessere una rete di nuove relazioni, che arricchiscono il curriculum e danno concrete opportunità di lavoro.

 

La struttura del corso di giornalismo culturale

Composto da 10 incontri pratici, si rivolge a tutti coloro che vogliono approfondire e affinare le tecniche giornalistiche, per scrivere articoli on line e recensioni culturali.

Le prime due settimane saranno dedicate all’approfondimento e all’analisi dei metodi di stesura del pezzo, alla filosofia della recensione, alle differenze tra pezzi informativi e pezzi di approfondimento, alla “notiziabilità” degli eventi. Nel corso di questa prima parte di lezioni frontali saranno realizzati articoli, corretti, commentati e analizzati in aula.

Le successive serviranno per affinare le tecniche, attraverso la redazione e la pubblicazione di articoli online e recensioni (non validi ai fini del riconoscimento del patentino di pubblicista) sul periodico regolarmente registrato www.cittametropolitana.info

Al termine del laboratorio tutti i partecipanti avranno la possibilità di accedere a stage e tirocini o di proseguire la collaborazione con La Città Metropolitana.

Il corso è a numero chiuso: max 15 partecipanti.

La nuova edizione presenta, inoltre, due importanti novità. La prima novità è la simulazione dell’Esame di Stato per accedere all’Albo dei Giornalisti Professionisti. Tale unità sarà condotta dal giornalista professionista Massimo Marciano.

La seconda grande novità di questa nuova edizione sarà la possibilità di fare pratica nella redazione della trasmissione radiofonica, voluta e prodotta da kartabianca, Foodie InTown, in onda da febbraio 2015 ogni lunedì dalle ore 15 alle 17 su Radiogodot.it. In voce Dj Bianco.

 

Scarica e invia il modulo di iscrizione che trovi a sinistra a
info.kartabianca@gmail.com

 

Anche nel 2013 continuano le novità Kartabianca!

Per tutti coloro invece che vorrebbero partecipare al laboratorio, ma non possono perché non abitano a Roma, Kartabianca lancia la novità delle lezioni personalizzate a distanza su Skype. Il laboratorio sarà gestito a distanza one to one e al termine lo stage proseguirà sul periodico realizzato da Kartabianca www.cittametropolitana.info.

 

 

“Ci è stato insegnato come scrivere in maniera accattivante un articolo, rispondendo a poche domande fondamentali: chi, come , quando, dove e perchè. Si impara a montare un pezzo, facendo ricerca e verificando le notizie. Si fa autocritica sui propri scritti, ognuno scopre i propri limiti e si pensa ai potenziali lettori, che potrebbero leggere il testo. Mi ha insegnato tanto e arricchito anche dal punto di vista umano, perchè ho conosciuto persone ora anche amiche. L’unico avvertimento che posso dare è: lasciate gli avverbi a casa!”
Anna – 1° edizione del laboratorio di giornalismo culturale

“Un corso dove le proprie abilità nello scrivere affiorano senza tanti problemi grazie a semplici regole. Dove basta dire “NO AGLI AVVERBI!!”. E dove potersi confrontare con altre persone con il tuo stesso sogno. Quello di arrivare a scrivere e de-scrivere l’arte in tutto il suo splendore. Spero di andare avanti per la mia strada grazie a questa esperienza e all’appoggio di chi mi ha fatto capire che scrivere è il miglior modo per essere liberi”.
Debora – 3° edizione del laboratorio di giornalismo culturale